Igino  Lanforti Storia della Diocesi di Massa. Le origini (1822-1832) Visualizza ingrandito

Igino Lanforti Storia della Diocesi di Massa. Le origini (1822-1832)

88-901518-0-3

Nuovo prodotto

Formato: 17x24. Pag. 312. Ill. B/N e colori.

Tiratura 2004, 700 copie. 

La versione cartonata con sovracoperta è esaurita.

Maggiori dettagli

62 Articoli

18,00 €

Abstract

Il cammino storico, culturale e religioso di una Comunità che ha portato alla nascita della diocesi di Massa Carrara e Pontremoli. Il primo vescovo Zoppi, in un attento studio che ha ricevuto il parere favorevole dell’Università Pontificia della Santa Croce. Il volume è stato presentato a sua Santità Benedetto XVI. All’interno carta a colori della diocesi.

Il testo, scritto dal Lanforti, nasce da ricerche su documenti inediti presenti negli archivi di Stato in Massa, Modena, Reggio Emilia e, soprattutto, presso l’archivio segreto vaticano a Roma. Esso ricostruisce il lungo, e tutt’altro che facile, cammino di nascita della diocesi avvenuta il 18 febbraio 1822, con la Bolla Singularis Romanorum Pontificum di Pio VII. Attraverso prove documentali, l'autore descrive la situazione sociale ed economica del territorio toscano interessato che accompagna i primi passi della nuova istituzione religiosa nella realtà locale. Sottolineando anche l’opera dei protagonisti di questo cammino: i vescovi Tiburzio Cortese e, il primo massese, Francesco Maria Zoppi, Maria Beatrice Cybo d'Este, il Duca Francesco IV. Merita evidenziare come molte siano i documenti rinvenuti, finora mai consultati e citati. Valga per tutti la Bolla di erezione che, data per scomparsa, si è riusciti a fotografare ed è stata da poco ritrovata. Impreziosiscono l’opera la prefazione di monsignor Eugenio Bini e la post fazione dell’arciprete della Cattedrale di Massa don Luca Franceschini.