Volume VIII, 2015 Visualizza ingrandito

Volume VIII, 2015

978-88-96183-28-1

Nuovo prodotto

Gli Annuari statistici degli Almanacchi della Corte Estense negli anni 1854-1857. Documenta VIII.

Formato: 17x11. Pag. 176. Ill. B/N.

Tiratura 2015, 200 copie numerate.

Maggiori dettagli

163 Articoli

10,00 € tasse incl.

Abstract

Il volume propone dati statistici relativi alla popolazione, all’economia, e al territorio del Ducato Estense nell’ultimo quinquennio e alle sue sei provincie. Introduzione di Alberto Menziani.

"Uno dei temi più approfonditamente trattati negli Annuari Statistici è quello della popolazione del Ducato, che viene preso in considerazione sotto molteplici aspetti. Vengono in primo luogo forniti dati sul numero complessivo degli abitanti dello Stato, in progressivo aumento dopo il 1855, anno nel quale si registrarono più morti (27.436) che nascite (19.599) a causa soprattutto dell’epidemia di colera che funestò i nostri territori. Si passò in effetti dai 594.454 abitanti di fine 1855 ai 604.510 di fine 1857, dei quali 308.119 uomini e 296.391 donne, con una prevalenza dell’elemento maschile su quello femminile che appare in controtendenza rispetto ad oggi e che si spiega probabilmente con i molti decessi all’epoca conseguenti a malattie connesse a gravidanze o a parti. Assai interessanti sono anche i dati sulla ripartizione della popolazione tra le varie province dello Stato, delle quali la più popolosa in termini assoluti era quella di Modena (con oltre 200.000 abitanti), seguita da quella di Reggio (165.000 ca.) e da quella di Massa e Carrara, quest’ultima comprendente anche le adjacenze di Montignoso e tutta l’antica Provincia di Lunigiana, ora costituita in Vice-Delegazione (75.000 abitanti ca.). Le tre restanti province del Frignano, di Guastalla (colla Contea di Novellara) e della Garfagnana (piccola, ma articolata a fine 1854 in ben 17 Comunità, contro le 13 di Modena e le 14 di Reggio) contavano infine rispettivamente 60.000, 50.000 e 38.000 abitanti all’incirca. Il discorso cambia invece quando si consideri la densità di popolazione per km2. La provincia più densamente abitata risulta infatti quella di Guastalla (158 abitanti per km2), seguita da quella di Modena (132), da quella di Massa e Carrara (120) e da quella di Reggio (87). Le province interamente montuose della Garfagnana e del Frignano contavano poi rispettivamente 71 e 55 abitanti per km2, mentre la media del Ducato era di 99 abitanti per km2 (Almanacco 1857). Si consideri che oggi gli abitanti per km2 risultano 255,6 nella provincia di Modena, 225,6 in quella di Reggio e 173 in quella di Massa e Carrara (dati 2011)".