Volume I, 1999 Visualizza ingrandito

Volume I, 1999

Nuovo prodotto

Formato: 17x11. Pag. 128. Ill. B/N. DOCUMENTA i , DOCUMENTI DI STORIA E TERITORIO LOCALE

Tiratura 1999, 700 copie numerate

Maggiori dettagli

186 Articoli

9,00 €

Abstract

Sono quattro i contributi che riempiono questo volume :1806, Statale 63. La strada della montagna da Reggio a La Spezia nel progetto napoleonico; 1820, Carpineti. Il regolamento sulla raccolta dei tartuffi con animali suini nella nostra montagna; 1860, Nasseta e Campo. L’antica Corte nelle memorie istoriche di Prospero Fantuzzi; 1906, Quara e Poiano. La ricerca scientifica delle acque minerali fatta da Pellegrino Spallanzani.

Sulla strada che collega Reggio a La Spezia leggiamo la VII^ Tratta nel territorio Fivizzanese del Regno d'Etruria. Giunti sul territorio spettante al regno d'Etruria, abbiamo creduto di dover sospendere le minute osservazioni per ripigliarle poi nuovamente ritornando al Regno d'Italia nei confini di Tendola e territorio di Fosdinovo. Proseguendo però il nostro viaggio allo scopo suddetto nel traversare il Fivizzanese abbiamo veduto che dal detto confine a poca distanza da Sassalbo quella strada mulattiera eseguite le occerrenti modificazioni può servire di traccia alla nuova strada ammettendo soltanto la deviazione che incomincia alla metà della discesa verso Sassalbo tenendola alla sinistra della strada mulattiera, verso il lago de Gambari e proseguendo sui campi sino a Sass'albo per evitare la Rampeggine, torrente ripido e sassoso. Da Sass'albo poi a Fivizzano abbiamo veduto che la strada mulattiera al nordovest dei monti Panigagliola e Pracchia al lungo del torrente Rosaro in alto, passa sopra altissime rive, erte e soggette a frane, per cui sembra che possa convenire di passare la nuova strada sopra ed al di là di tali monti passando dalle Verrucole a Fivizzano. A questo effetto nel nostro ritorno in seguito delle intelligenze avute col signor vicario di Fivizzano, invece di tenere la detta strada mulattiera abbiamo traversati i colli Verrucole e Pognana, indi nel circondario di Turano e Signano i monti di Pracchia e Panigagliola e, passato il rio Risecolo, siamo giunti al molino di Sassalbo ed abbiamo osservato che per detti monti si potrebbe lodevolmente condurre la nuova strada. Da Fivizzano ai confini di Tendola trovasi la strada mulattiera, che in certi tratti per due terzi circa è aperta d'una tale larghezza di non esigere che poco allargamento ed alcuni risarcimenti, muri e facilitazioni di salite onde la detta strada mulattiera può servire di traccia all'andamento della nuova strada. Salve le accennate modificazioni, avendo una direzione preferibile a qualunque altra.