Giuseppe Alfonso Maggi Il Viaggio del Priore Visualizza ingrandito

Giuseppe Alfonso Maggi Il Viaggio del Priore

978-88-96183-20-5

Nuovo prodotto

1768. Da Pisa in Emilia, Lombardia e Piemonte fino a Grenoble.

Formato: 16x11,5. Pag. 208. Ill. B/N.

Tiratura 2014, 300 copie.

Maggiori dettagli

173 Articoli

14,00 €

Abstract

Da Pisa a Grenoble nel 1768. E’ l’Italia di fine Ancien régime il "territorio" in cui si sviluppa questo viaggio che il Priore dalla certosa di Pisa, Giuseppe Alfonso Maggi, intraprende a metà Settecento scavalcando i versanti appenninici, l’Emilia, la Lombardia e il Piemonte fino al Delfinato francese, appuntandosi ogni minimo particolare sui costi, le distanze, le emozioni affrontate, sulle caratteristiche dei luoghi e dei monumenti incontrati. Il diario, scritto di proprio pugno dal priore stesso e da lui firmato, permette di tracciare l’itinerario percorso dalla città sull’Arno sino alla Gran Certosa in Francia, dove il priore si tratterrà dodici giorni, e il ritorno a Pisa. Giuseppe Alfonso Maggi di Milano, è priore della certosa di Pisa, presso Calci, dal 1764 al 1797.  Il religioso lasciò la certosa nelle prime ore del pomeriggio del 20 marzo 1768 e si recò a Pisa presso l’ospizio che i certosini avevano in città e vi rimase sino al 23 marzo per completare i preparativi del viaggio.

Il 23 marzo, poco prima delle nove di mattina, il priore partì da Pisa per il suo itinerario, accompagnato da Giovanni Bonafalce servitore dell’ospizio certosino di Pisa, e dal cane detto Balottino. Il Maggi ritornerà a in Toscana, presso l’ospizio certosino, il 16 giugno 1768 e per la stanchezza non assisterà alla luminaria, che si svolgeva in città per festeggiare il santo patrono, ma andrà a dormire alle sette di sera, facendo tutto un sonno, sino alle sei della mattina successiva.

 A cura di Daniela Stiaffini, introduzione di Mauro del Corso. Questo volume inizia un progetto di recupero di tutti i testi manoscritti dei viaggi del priore maggi, conservati presso l'Archivio di Stato di Pisa.