Francesco IV Giornale dei Viaggi V Visualizza ingrandito

Francesco IV Giornale dei Viaggi V

978-88-96183-08-3

Nuovo prodotto

1814-1829. Da Vienna a Modena, al castello del Cattajo e nel ducato modenese

Formato: 16x11,5. Pag. 112. Ill. B/N.

Tiratura 2010, 600 copie numerate.

Maggiori dettagli

308 Articoli

10,00 € tasse incl.

Abstract

Questi viaggi interessano le due capitali: quella austro ungarica, Vienna, riferimento per il mondo di allora e quella padana, Modena, in cui il Duca giunge nel luglio del 1814. Avvincente il viaggio d’ingresso per la prima volta nel Ducato, fatto con la moglie. Poi su e giù per le strade che attraversavano il Veneto, il Friuli, e la Slovenia fino in Austria, allora territori imperiali; ma anche quelle per andare a Venezia, Mirandola; d’obbligo comunque la tappa al, bellissimo, castello del Cattajo. “Da Cattajo a Vienna per la strada della Pontieba allora che si passò per San Daniele, che è più corta sono 48 poste e in istrada li ho impiegato 72 ore non contando le ore di fermata, aspetto alle poste… e comprese queste 85 ore. La strada è tutta buona meno le poste da Valvassone a Ponteba; e dalla Ponteba a Villach è strada montuosa, fra boschi e monti, va su e giù, lunga e noiosa, ma non cattiva. Da Villach a Klagenfurt tutta piana e una pianura ben coltivata, il lago a destra. La città di Klagenfurt è situata al piano, ossia in una ampia larga valle che si estende per 5, e più, poste da nord al sud e in mezzo a cui è la città, a levante e ponente poi dopo Klagenfurt si vanno ravvicinando un poco i monti. Alla Ponteba è il vero confine fra l’Italia e la Germania. E’ alla sommità delle Alpi, ma ivi è un passaggio assai basso, il corso delle acque divide l’Italia dalla Germania e un ponte su un’acqua divide Pontieba italiano da Pontaffel tedesco, che sono due luoghi divisi, separatissimi: nell’uno tutti costumi italiani perfino nel fabbricare e la lingua e tutto e nell’altro fatti costume tedeschi”.

L'introduzione è di Angelo Spaggiari.